domenica 24 marzo 2019

moon/suggestions

Ci sono elementi che hanno un'influenza particolare sulla nostra immaginazione. Per me uno di questi elementi è la luna. Ha in se il mistero, l'eleganza, il cambiare costantemente senza cambiare mai. Riesce a flirtare tanto con gli astronauti quanto con i lupi mannari, influenza le maree e ha quella delicata discrezione di tenerci sempre nascosta una parte di se.
Quest'anno faranno 50 anni dal primo incontro tra lei e l'uomo. Ho voluto omaggiarla con questo video molto minimale. Poche immagini e pochi suoni, in modo da conservare quella delicata discrezione nel tenere sempre nascosta una parte di me.


venerdì 12 ottobre 2018

Appunti - 19.09.2018

A volte esco con la macchina fotografica in tasca, così come se fosse un taccuino, con cui prendere appunti sulle sensazioni del momento. A volte poi capita che sia settembre e si stia camminando sulla spiaggia...


mercoledì 29 agosto 2018

Voci da dentro - Trailer e locandina (2018)

Il documentario al quale ho lavorato negli ultimi mesi sta per fare la sua prima uscita pubblica. “Voci da dentro” infatti è stato selezionato fuori concorso al Valdarnocinema Film Festival. Per l'occasione pubblico la locandina e il primo trailer del film, che è solo un piccolo accenno del viaggio fatto all'interno degli istituti penali per minorenni svolto insieme a Defence For Chirldren Italia e Kento.
Prossimamente approfondirò l'argomento...







VOCI DA DENTRO - TRAILER from dm archivi on Vimeo.


Credits:
Il documentario è stato realizzato con il co-finanziamento del "Programma Diritti, Uguaglianza e Cittadinanza" dell’Unione Europea nell'ambito del progetto europeo "CRBB 2.0 - I diritti dei minorenni privati della libertà" coordinato da Defence for Children international Italia in collaborazione con il Dipartimento della Giustizia Minorile e la Comunità - Ministero di Giustizia.
Regia di Michele Imperio

Scritto da Michele Imperio e Danilo Melideo
Montaggio: Danilo Melideo
Color: Asia Abbatangelo
Mix audio: Francesco Guarnaccia

Con Francesco "Kento" Carlo, i ragazzi dell'IPM di Bari e i ragazzi dell'IPM di Torino

sabato 14 luglio 2018

Frames from Portugal (2011)

Non è un cortometraggio, né un romanzo né tantomeno un lavoro sperimentale. È semplicemente un diario di viaggio ma di un viaggio per me molto speciale. È stata la prima volta che ho visto l’oceano.


Sono cresciuto con i miti della letteratura di mare, da Ventimila Leghe Sotto i Mari all’Isola del Tesoro per passare poi a letture più adulte come Moby Dick o il sorprendente Atlantico di Simon Winchester. La solitudine della vastità, l’incessante inquietudine circondata dall’orizzonte infinito, i drammi più cupi e le gesta eroiche, gli approdi verso terre lontane... Il mare per me è sempre stato fonte di sogni e di fantasticherie. Sarà che in questo periodo ho la fortuna di vivere vicino al mare e me lo trovo continuamente davanti agli occhi ma ripenso spesso a quell’estate del 2011 quando insieme alla mia compagna ho fatto questo viaggio in Portogallo e ho ammirato per la prima volta la maestosità dell’oceano. Non solo, il magnetismo è stato aumentata dal fatto che l’oceano l’ho visto da Cabo De Roca, una scogliera che è il punto più ad occidente del continente europeo, un concentrato di vento e suggestione.

Sono andato quindi a ripescare dai miei archivi qualche foto e il video di questo diario di viaggio...




Il video l'ho intitolato "Dove finisce la terra"